Gérard Blitz, Patañjali e la tradizione buddista

Domenica 27 ottobre 2024, alle 17, un incontro tenuto da Giulio Di Furia

Gérard Blitz, adepto laico buddista, avendo appreso lo yoga da Shri Krishnamacharya, uno dei maestri più rinomati in India, decise di insegnarlo, apportando il suo geniale contributo innovativo. Oltre alla pratica delle āsana, diede molta importanza allo studio dello Yoga Sūtra di Patañjali.

Ma cosa c’entra lo yoga, figlio della tradizione vedica, con il buddismo?

Senza la pretesa di essere esaustivi, proveremo a fare un po’ di luce sulla questione.

Giulio Di Furia è insegnante di Yoga di comprovata esperienza e praticante di lungo corso di meditazione. Negli anni ha introdotto e guidato sulla via dello Yoga centinaia di allievi principalmente nelle città di Bologna e Modena. Ha iniziato a praticare nel 1973 con il maestro Bruno Baleotti a Bologna, poi si forma con Carlo Patrian a Milano, con la Federazione italiana Yoga, ma soprattutto incontra Gerard Blitz, di cui diventa il più giovane allievo diretto, poi assistente ai convegni e di cui segue l’insegnamento fino alla morte nel 1990. La sua continua formazione lo porta a seguire, tra gli altri, Vimala Thakar e Franco Bertossa di cui è allievo tuttora.

Incontro gratuito e aperto a tutti senza bisogno di prenotazione

Si consigliano abiti comodi, in sala si entra senza scarpe