posizione yoga

Yoga integrato online

Gli orari

Yoga integrato ONLINETiziana Ferrari >>lun 18:30-19:30
lun 19:45-20:45
ONLINE

3 SESSIONI DA 8 INCONTRI CIASCUNA:

Prima sessione (ottobre/novembre 2021)
ASANA – dal fare all’essere
Lunedì 4, 11, 18 e 25 Ottobre; 8, 15, 22 e 29 Novembre

Seconda sessione (febbraio/marzo 2022)
PRANAYAMA – dalla dispersione dell’energia vitale all’assorbimento
Lunedì 7, 14, 21 e 28 Febbraio; 7, 14, 21 e 28 Marzo

Terza sessione (maggio/giugno 2022)
PRATYAHARA – dall’agitazione del mentale alla quiete
Lunedì 2, 9, 16 e 23, 30 Maggio; 6, 13 e 20 Giugno

Per chi è adatto questo corso

Queste lezioni sono dedicate sia a chi vuole iniziare, sia a chi vuole approfondire un percorso di ascolto propriocettivo, che gli consenta di sperimentare e scoprire in prima persona come il corpo reagisce alle scelte operate, favorendo la consapevolezza della ineliminabile dinamica di relazione tra mente, corpo, respiro e ambiente.

Cosa serve

  • uno spazio con una temperatura gradevole in cui poter trascorrere un ora in tranquillità;
  • abiti comodi;
  • materassino;
  • supporti: zafu o altri cuscini (vanno bene anche quelli di uso comune che avete già a disposizione nelle vostre case), plaid, asciugamani o altro da poter arrotolare per creare supporti di diverse altezze.

La tecnica e l’approccio

Lo Yoga Integrato – che in queste sessioni online propongo come pedagogia della percezione – attinge sia all’antica sapienza indiana, sia alle scoperte delle scienze contemporanee occidentali relative ai principi che regolano l’organismo. La pratica è un processo esperienziale, quindi non acquisiremo conoscenze astratte ma solo quelle vissute e scoperte in prima persona. Gli incontri saranno caratterizzati da un lavoro di educazione all’ascolto propriocettivo del corpo e la consapevolezza che ne consegue ci renderà capaci di:

  • riconoscere i propri bisogni e divenire coscienti delle risorse che abbiamo a disposizione per rispondervi;
  • individuare in quali aree del corpo sono presenti tensioni e imparare ad allentarle;
  • liberare la respirazione naturale;
  • stabilire una relazione di unità tra corpo, mente e respiro;
  • integrare l’esperienza vissuta.

Insegnante

Tiziana Ferrari

Come si accede al corso

Al corso si accede su prenotazione contattando la segreteria (059454367 – info@asiamodena.it)

Per approfondire

L’introduzione nella nostra vita di una pratica fondata sulla consapevolezza corporea, ha la potenzialità di riversare la mente nel “qui e ora”, favorendo momenti di rottura delle proprie inerzie a cui inevitabilmente le nostre abitudini ci conducono.

L’antichissima disciplina dello Yoga ci permette di fare esperienza, attraverso gli asana (le posture del corpo) di una trasformazione della percezione di sè, traghettandoci da uno stato di dispersione a uno stato di raccoglimento, centratura e stabilità.

L’avere “accesso” alla parte di noi in grado di sostenerci fa una grossa e sostanziale differenza, basti pensare a quando ci è capitato di essere travolti da un sentire problematico senza trovare in noi stessi un porto sicuro cui attraccarci. O peggio ancora quando il collegamento con il nostro sentire è stato disattivato dal sistema nervoso per proteggerci dall’intensità suscitata da eventi che fatichiamo a elaborare. Questa strategia di autodifesa è un’ottima risposta quando è di breve durata ma se si cronicizza può comportare la perdita del sapore e della motivazione del vivere, determinando l’insorgere di un tono energetico depressivo.

Tuttavia, siccome da ogni porto prima o poi è necessario ripartire, abbiamo bisogno di una mappa molto chiara, che ci permetta di riconoscere le acque in cui navighiamo. Il nostro “io” – che è la parte di noi che si confronta col mondo – vive turbamenti che abbiamo bisogno di comprendere, ma per un processo realmente trasformativo la comprensione non può essere solo intellettuale. È necessario imparare a ripensare se stessi da una prospettiva corporea.

Consapevoli che si matura solo quando si diventa capaci di integrare le esperienze vissute, lavoreremo per favorire questo processo.