Qual meraviglia soprannaturale
E qual miracolo è questo!
Io tiro l’acqua dal pozzo, e porto la legna
P’ang-yun

La meditazione è una disciplina che da alcuni anni è uscita dalla dimensione ascetica ed è entrata nella vita di molti occidentali, colpiti dalla sua semplicità, rigore e assenza di dogmi o professioni di fede. La conoscenza profonda di sè e della realtà si può cercare sui libri, ma anche in una filosofia vissuta nel corpo.

La pratica della meditazione è proposta secondo la scuola di Franco Bertossa e viene introdotta da semplici posizioni Yoga per calmare la mente e portarla al silenzio: l’agio del corpo in equilibrio sulla colonna porta ordine e calma nella mente; il silenzio della mente evidenzia lo sguardo della coscienza; lo sguardo diviene domanda e intuizione diretta.

Il tramite tra corpo e mente, secondo tutte le discipline meditative, è il respiro: basta accorgersi quando siamo sorpresi, preoccupati o esaltati, come cambia il nostro respiro. E basta osservare come, concentrando la mente su un argomento o una immagine a noi cara, il respiro subito si adegua. Il silenzio della mente passa allora per una delicata osservazione e riordino del respiro.

Per assaporare questo stato basta che sedersi un attimo in modo comodo, con la colonna vertebrale distesa:
prenditi un attimo per espirare. Aspetta, non avere fretta. Quando arriva, lasciati aprire dal nuovo respiro spontaneo.

La meditazione non cambia solo la fisiologia della persona, come hanno evidenziato centinaia di ricerche scientifiche che confermano gli effetti positivi sulla salute e l’equilibrio psicofisico, ma soprattutto la sua capacità di indagare e comprendere la natura della mente e del mondo in cui essa vive.

Nel silenzio della notte,
indossato il mantello,
siedo in meditazione,
sotto la finestra,
l’addome in linea retta con il naso,
le orecchie pendenti sulle spalle.
La finestra si illumina,
appare la luna;
Non piove,
solo qualche goccia cade dal tetto.
Quale gioia in questo momento,
solo pochi possono capirla!
(Daigu Ryokan, 1758-1831)

Consulta gli orari dei corsi