A cosa mi educherai? Conferenze e lab 2017

Iniziano sabato 11 febbraio, ore 18, gli incontri 2017 di Asia Modena. Per esplorare, tra ascolto e consapevolezza, nuove strade nel rapporto con i nostri bambini e ragazzi, nella vita, nella scuola, nel percorso di crescita. Ogni conferenza approfondisce un tema ed è preceduto dal breve resoconto di un’esperienza pratica condotta con i ragazzi.

Tutti siamo stati educati, e tutti educhiamo. Il problema dell’educazione, che attraversi la nostra vita in modo totalizzante o marginale, comunque ci riguarda. Che ci troviamo a essere genitori, insegnanti od operatori culturali, se assumiamo seriamente il nostro compito viviamo gli stessi dubbi e le stesse paure, anche se viste da prospettive diverse; i ragazzi che fruiscono del nostro operato saranno la testimonianza di come, giorno dopo giorno, le avremo affrontate.
L’educazione è una sfida che ci tiene impegnati nelle case come nelle scuole e nei luoghi di cultura, ed è proprio da questa considerazione che nasce l’idea di un percorso che accomuni e crei ponti. Un percorso che nasce da una domanda educativa profondamente sentita e che vuole, attraverso il dialogo con partecipanti di esperienze diverse, esplorare nuove possibilità, senza affrettare risposte definitive, dedicando piuttosto spazio e tempo alla riflessione sui significati dell’educare.
Non un ciclo di conferenze, dunque, ma una finestra aperta sul senso dell’educazione, una proposta che, in linea con le attività di Asia Educazione, si pone come via d’indagine. Nello spirito di una “comunità di ricerca” alla quale siamo tutti invitati a partecipare.

Alessandra Ielli

Gli incontri

SABATO 11 FEBBRAIO 2017

ore 18:00: Mindfulness con gli adolescenti (Roberto Ferrari – Asia Modena)
Guarda il video dell’intevista

ore 18:20: Impariamo a pensare. Tornare a Socrate (Alessandra Ielli – Liceo Muratori-San Carlo, Modena)
Ascolta la conferenza

SABATO 4 MARZO 2017

ore 18:00: La narrazione di sé per la costruzione del gruppo (Laura Ascari – IIS Paradisi-Allegretti, Vignola)

ore 18:20: L’apprendimento della matematica come via educativa (Giorgio Santi – Università di Bologna)

SABATO 25 MARZO 2017

ore 18:00: Filosofia esperienziale in classe (Elisa Subini – Istituto Majorana, Bologna)

ore 18:20: Educare al mistero: filosofia e meditazione (Franco Bertossa – Asia Bologna)

SABATO 8 APRILE 2017

ore 18:00: Yoga nel percorso educativo (Rossella Rapagnetta – Ist. Comprensivo di Atri, Teramo)

ore 18:20: “Mi educherai a ciò che tu sei”. Genitori ed educatori (Beatrice Benfenati – Asia Bologna)

I laboratori

Per sperimentare in prima persona nuove vie per l’educazione, la domenica mattina, presso la sede di Asia Modena, 4 Laboratori dedicati a insegnanti, educatori, genitori e… ragazzi over 11!

DOMENICA 12 FEBBRAIO 2017

ore 10:00-11:30
Mindfulness (con Roberto Ferrari)

DOMENICA 5 MARZO 2017

ore 10:00-13:00
Cerchio Narrativo (con Laura Ascari e Roberta Cioni)

DOMENICA 26 MARZO 2017

ore 10:00-11:30
Ki-aikido per la scuola (con Davide Perucatti)

DOMENICA 9 APRILE 2017

ore 10:00-11:30
Yoga per la scuola (con Nicoletta Prampolini)

Per i laboratori il numero di posti è limitato, occorre prenotare in segreteria (info@asiamodena.it, 059/454367).

Sono offerti gratuitamente, è gradita una piccola donazione per i progetti di solidarietà di Asia Modena.

I relatori

Alessandra Ielli

Alessandra Ielli si occupa di educazione da oltre trent’anni, dapprima come ricercatrice presso IRRSAE di Bologna e coordinatrice in un centro di formazione professionale, poi come insegnante in diversi ordini di scuola e madre di tre figli.
Collabora col centro Asia Educazione, dove ha acquisito la metodologia di ricerca fenomenologica e didattica a cui fa riferimento nel proprio lavoro.
Ha tenuto presso diverse scuole laboratori di ascolto e di dialogo maieutico; parte di questa esperienza è raccolta nei testi Impariamo a pensare e Dieci domande per pensare (2006, Armando Editore).

 

Davide Perucatti

Davide Perucatti, è 4° Dan della scuola Yushinkai e insegna in modo professionale Aikido da molti e si è specializzato sull’area dei bimbi e ragazzi.
Da oltre 10 anni conduce i corsi di Aikido ad Asia Modena e Asia Bologna e in un gran numero di scuole elementari, medie e superiori del territorio.
Specializzato in Psicomotricità, opera in modo professionale anche con ragazzi ed adulti disabili. Offre corsi introduttivi all’Aikido presso scuole medie e superiori di Modena e Bologna, nel contesto delle ore di attività motorie.

 

Elisa Subini

Elisa Subini, laureata in filosofia e abilitata sia per l’insegnamento di storia e filosofia sia per il sostegno dei ragazzi disabili, dal 2007 è stata docente presso vari istituti secondari superiori in entrambe le specializzazioni.

Attualmente lavora presso l’Istituto “Majorana” di San Lazzaro come docente di sostegno e presso il “Liceo linguistico internazionale” di Bologna come insegnante di storia e filosofia.

 

 

Giorgio Santi

Giorgio Santi si è laureato in fisica presso l’Università di Milano con una specializzazione in meccanica quantistica.
Ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento secondario superiore in fisica e matematica e il dottorato di ricerca in Didattica della Matematica presso l’Università di Bologna, dove ha attualmente incarichi di insegnamento in didattica della matematica.
È autore di pubblicazioni nazionali e internazionali riguardanti l’insegnamento e l’apprendimento della matematica anche in situazioni speciali.

 

Laura Ascari

Laura Ascari, laureata in lingue e letterature straniere moderne, è docente di Lingua Inglese e fa parte del gruppo di ricerca sulla narrazione e l’oralità MEMO, di Modena.
In questo ambito si è formata e continua il suo aggiornamento presso il Laboratorio Cenci, con Franco Lorenzoni.
Dal 2010 conduce gruppi di narrazione orale in ambito scolastico e in altre realtà educative del territorio.

 

 

Nicoletta Prampolini

Nicoletta Prampolini, insegna yoga ad Asia Modena e nelle scuole.
Ha seguito corsi di approfondimento per insegnanti di Yoga condotti da Beatrice Benfenati.
Ha sviluppato con particolare cura l’insegnamento dello Yoga per i ragazzi.
Da 3 anni conduce un progetto di introduzione allo yoga in diversi Licei Modenesi, nel contesto delle ore di attività motorie.
Collabora al progetto di ASIA Modena, AUSL di Modena e associazione FANEP offrendo la pratica dello yoga a ragazze con grazi problemi alimentari presso l’Ospedale di Baggiovara.

 

Roberto Ferrari

Roberto Ferrari è biologo e conduce attività di ricerca presso l’università di Bologna.
Relativamente alle pratiche di Mindfulness e in particolare al protocollo MBSR si è formato nel Master di secondo livello “Meditazione e Mindfullness: Neuroscienze ed Applicazioni Cliniche nelle professioni di aiuto” presso l’Università di Firenze, primo Master italiano finalizzato allo studio della meditazione per applicazioni a diverse categorie di utenti.
Dal 2012 come volontario offre corsi di Mindfulness in ambito ospedaliero, per pazienti respiratori e oncologici, e nelle scuole superiori.

 

Rossella Rapagnetta

Rossella Rapagnetta laureata in Scienze dell’Educazione presso l’Università di Bologna, ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento nella Scuola Primaria e l’abilitazione per il sostegno presso l’Università dell’Aquila. Attualmente è impegnata come insegnante della Scuola Primaria Statale. Ha realizzato diversi progetti di educazione all’ascolto attraverso lo yoga presso le scuole Statali e biblioteche comunali in collaborazione con Maria Rapagnetta e il metodo “Incontrarsi nell’arte”. Nel 2015/2016 ha svolto un progetto di mindfulness e yoga nell’Istituto Comprensivo di Atri, che ha coinvolto circa 200 studenti e molte insegnanti, per le quali è stato organizzato un corso specifico di formazione.

 

Tutti i Relatori sono allievi della scuola di yoga, meditazione e aikido di Asia, di Franco Bertossa e Beatrice Benfenati, che condurranno gli ultimi due incontri:

Franco Bertossa

Franco Bertossa, nato in Istria nel 1954, pratica lo Yoga e le arti marziali dal 1973, è 7° Dan della scuola Yushinkai fondata dal Maestro Maruyama Koretoshi, che fu allievo diretto di Ueshiba Morihei. La sua ricerca lo ha portato a visitare luoghi e a conoscere personaggi importanti per la sua formazione. Nel 1979 partì per il primo di una serie di viaggi al Monte Athos, in Grecia, la penisola sacra della tradizione cristiano-ortodossa, abitata da monaci ed eremiti. Essendo di madre lingua croata, ebbe la possibilità di comunicare con vecchi anacoreti serbi, bulgari, russi e romeni. Tra il 1980 e il 1983 viaggiò per l’India visitando i luoghi e i personaggi della tradizione e dell’innovazione spirituale. Ebbe modo di vedere e di ascoltare Shri Krishnamurti a Madras, Ma Ananda Moy a Benares, Swami Chidananda a Rishikesh, Osho Rajneesh a Poona, Shri Narahari Nath a Katmandu, Padre Bede Grifith a Shantivanam, alcuni degli ultimi discepoli viventi di Ramana Maharshi, a cui s’ispira, a Tiruvannamalai, nel sud India.
Si è interessato allo zen praticandolo con diversi maestri e conoscendo personalmente il conte Karlfried von Durckheim, pioniere dello zen in Europa. Pratica le arti marziali dal 1973 ed in particolare, dal 1980, il Ki-Aikido che ha introdotto in Bologna tenendo corsi ed organizzando incontri con importanti maestri. E’ stato tra gli allievi più stretti di Gérard Blitz, secondo il cui metodo tuttora insegna lo Yoga. A.S.I.A. nasce attorno al nucleo dei suoi allievi più stretti, che, da lui iniziati alla meditazione, intendono creare le circostanze ottimali per approfondire e diffondere tale insegnamento.

Beatrice Benfenati

Beatrice Benfenati nata a Bologna nel 1955, ha cominciato a praticare lo yoga nel 1976. E’ stata per 10 anni allieva di Gérard Blitz che, pioniere dello Yoga in occidente e monaco buddista zen, ha operato, nel suo insegnamento, una sintesi essenziale tra le due tradizioni.
Beatrice ha trascorso prolungati periodi in India presso il Ramanashram di Tiruvannamalai, a Shantivanam con padre Bede Griffith e all’Anandashram di Ramdas. Insegna yoga dal 1979 ed è stata tra le prime in Italia, fin dal 1980, ad insegnarlo finalizzato alla gravidanza e al dopo parto.
Ha partecipato a numerosi seminari tenuti da Michel Odent e Frédérick Leboyer approfondendo il canto carnatico in una forma particolarmente adatta alla gravidanza. Lei stessa ha tre figli, i primi due nati in casa e la terza nel centro yoga in cui teneva le sue lezioni.
Fondatrice della “Scuola di Yoga in gravidanza” di Asia, tiene corsi per insegnanti di yogae operatori nel campo della nascita. È co-fondatrice di Asia assieme al Maestro Franco Bertossa col quale pratica meditazione e aikido. È 4° Dan della scuola Yuishinkai fondata dal Maestro Maruyama Koretoshi, che fu allievo diretto di Ueshiba Morihei.È autrice del libro “Dall’epidurale alla meditazione. Una Via per ritrovare il sacro della nascita“, Eugea Edizioni.

Mindfulness, presentazione giovedì 27 aprile

Alle ore 19:30 sarà presentato il protocollo Mindfulness MBSR dai conduttori. La presentazione dura circa 1 ora ed occorre prenotarsi in Segreteria.

Alla fine della serata  chi è interessato può compilare il foglio per richiedere di partecipare al corso che inizia il 4 maggio, e si svolge per 8 giovedì sera alle 19:30. I posti sono limitati.

Leggi i Commenti dei partecipanti al corso MBSR  Autunno 2016

La Mindfulness ad Asia Modena è proposta da insegnanti qualificati e formati secondo gli standard internazionali, per condurre il protocollo internazionale MBSR di 8 settimane e Full Day. È un percorso di gentilezza verso se stessi, un metodo efficace per sviluppare un profondo livello di presenza e consapevolezza e per applicarla alla vita quotidiana.

Addestrarsi ad essere più presenti e consapevoli genera uno stato mentale che rende il nostro vivere più reale e significativo. Per vivere in diretta il momento presente, il cuore della nostra vita.

Quando sarò nato a cosa mi educherai?

Dall’attesa all’educazione, un passaggio non scontato
Incontro con Beatrice Benfenati tenuto il 17 Maggio 2014 ad Asiamodena

Quando nasce un bambino nascono anche una mamma e un papà.
I nove mesi di attesa permettono al bambino di prepararsi a nascere, ma come ci si prepara a diventare genitori e quindi, inevitabilmente, educatori?
La Via dello yoga e della meditazione può essere un mezzo idoneo?

Leggi il testo dell’intervento (file .pdf):

Prima parte

Seconda parte

Terza parte