Corsi di Mindfulness MBSR 2018-19

Lezione di presentazione gratuita venerdì 12 ottobre ore 19.30.
Prenotazione obbligatoria contattando la segreteria (059/454367 – info@asiamodena.it)

La Mindfulness può aiutare concretamente a sviluppare una maggiore abilità nel gestire lo stress e le emozioni negative correlate alla propria condizione.

Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) è un protocollo internazionale per la riduzione dello stress mediante la consapevolezza.

Il protocollo, ideato dal dott. Jon Kabat-Zinn, fondatore della Stress Reduction Clinic e professore emerito di medicina presso la Medical School dell’Università del Massachusetts, è sostenuto da trent’anni di ricerca clinica e validato dalla letteratura con oltre 2500 studi scientifici pubblicati dalle maggiori riviste mediche.

L’aspetto centrale del programma è l’insegnamento di un metodo efficace che porta a sviluppare un profondo livello di presenza mentale e consapevolezza (mindfulness) e ad applicarla alla vita quotidiana.

La struttura del corso è composta da 8 incontri di gruppo a cadenza settimanale della durata di 2 ore e 30 minuti circa l’uno, di una pratica quotidiana di 30-45 minuti al giorno a casa supportata da indicazioni su CD, e di una domenica “full day practice” nella seconda metà del corso.

Le attività prevedono pratiche guidate di yoga light, body scan, ascolto del respiro naturale, meditazione. Si tratta di esercizi di consapevolezza, seduti, sdraiati e in piedi, integrati da dialogo di gruppo; consapevolezza nella comunicazione; contributi teorici sulla fisiologia dello stress. Nella giornata intera di pratica, si opera con diverse pratiche in uno stato di continua e spontanea presenza mentale.

Gli obiettivi del corso sono quelli di fornire ai partecipanti al protocollo strumenti per diventare più consapevoli delle proprie risorse, per sostenere il proprio benessere e per affrontare in modo diverso le condizioni che causano stress.

Addestrarsi ad essere più presenti e consapevoli di ogni momento della vita genera uno stato mentale che la rende più reale e significativa. Ciò significa anche affrontare in modo più diretto ciò che è spiacevole o difficile, tuttavia il riconoscere e il “volgersi verso” le difficoltà è un metodo potente per diminuire sofferenza, fatica e ricadute nei circoli mentali viziosi, attraverso modalità “gentili” per affrontare queste difficoltà, con l’aiuto di chi guida e degli altri partecipanti.

Il corso è indicato dai 20 ai 70 anni, e la pratica può essere adattata a tutte le condizioni fisiche. Una presentazione iniziale pubblica viene in genere offerta prima che le persone si impegnino per far conoscere loro i contenuti del lavoro, e per vagliare le richieste di partecipazione, al fine di comporre un gruppo numericamente e qualitativamente omogeneo. Un colloquio iniziale può essere richiesto per condizioni particolari, per valutare l’opportunità di partecipazione del singolo candidato.

 

l corsi sono tenuti dalla Dott.ssa Patrizia Gasparini, Psichiatra, istruttore MBSR formato presso AIM di Milano, e dalla Dott.ssa Maria Pia Ricchieri, Medico, dal Dott. Roberto Ferrari, Biologo. Roberto e Maria Pia si sono formati nel Protocollo MBSR completando il Master di secondo livello “Meditazione e Mindfullness: Neuroscienze ed Applicazioni Cliniche nelle professioni di aiuto”, presso il Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche dell’Università di Firenze, primo Master italiano finalizzato allo studio della meditazione per applicazioni a diverse categorie di persone. Roberto e Maria Pia sono allievi di meditazione del Maestro Franco Bertossa da oltre 20 anni, e dal 2012 applicano le tecniche di Mindfulness anche in ambito clinico e ospedaliero, con pazienti con problemi respiratori cronici e con pazienti oncologici.

Posti gratuiti riservati a persone in difficoltà economica (Informazioni in segreteria: grazie al finanziamento della Fondazione cassa di Risparmio di Modena per il Centro Mindfulness Mente&Vita)

Consulta gli orari dei corsi

Conoscersi nel movimento

La forza altalenante della vita ci cattura e infiamma, illude e disseta.
È naturale sentirsi sballottati in questo movimento che sa di centrifuga ed è raro riuscire a coglierne la bellezza, il respiro sapiente e le gioie più pure.

“Non si tratta a questo punto di acquisire conoscenze sulla modalità dell’avere, ma delle possibilità sulla modalità d’essere”
(B. Aucouturier).

Date:
dal 4 al 25 ottobre 2018
dal 10 gennaio al 7 febbraio 2019
dal 21 marzo all’11 aprile 2019
e dal 30 maggio al 20 giugno 2019

Orario: il giovedì dalle 20.30 alle 22.30

Insegnante: Stefano Leone

È la disponibilità a sentirsi che permetterà l’acquisizione vera di conoscenze vissute esperienzialmente.

Si tratta di riscoprire il prezioso strumento comunicativo che è il corpo, che si traduce in quel linguaggio del movimento formato di stati corpo-mente.

Incentreremo la pratica sulla ricerca del movimento consapevole, attraverso l’ascolto di sé e dell’altro.

Per ripulire il campo esperienziale e dunque coincidere di più con noi stessi, necessitiamo di una pratica di centratura, volta a sensibilizzare l’attenzione e aprire varchi all’intenzionalità.

Ricorreremo a pratiche marziali quali il Ki-Aikido e l’Yi Quan e ad alcuni elementi dello Yoga, con lo scopo di fondere in un unico nucleo l’esplosività precisa e la delicatezza, in un’emersione spontanea che emana autenticità.

Riscopriremo, attraverso il movimento, il piacere e l’esigenza di esprimere e raccontare il nostro sentire, la nostra storia, intessuta di poesia e sofferenza.

Per saperne di più:
Conoscersi nel movimento.pdf

Ginnastica perineale

Conoscere, percepire e rinforzare il pavimento pelvico

Prima lezione giovedì 18 ottobre 2018
Il corso è a numero chiuso. Iscrizione in segreteria entro martedì 16 (059/454367 – info@asiamodena.it)

Perché un corso di ginnastica perineale?

Il perineo è una parte sconosciuta del nostro corpo, avvolta da un “tabù” culturale; ma non è così in tutto il mondo: in Cina per esempio c’è sempre stata una chiara consapevolezza dell’importanza della sua salute e le donne venivano educate a prendersene cura.
Per noi, questo è un mondo da scoprire, sia nella sua dinamica fisiologica sia emozionale, che sono strettamente legate.
Come il nostro battito cardiaco o il nostro respiro si modificano a seconda delle emozioni che registrano, altrettanto fa il perineo. Da scoprire nella sua duplice funzione di apertura, ricettività, dono di sé, e di chiusura, contenimento, autodifesa, energia.

Si chiama anche pavimento pelvico, perché se immaginiamo il bacino come un vaso, è il perineo che gli fa da base, sostenendo così i visceri, da che l’uomo ha assunto la posizione eretta, mentre in un quadrupede questa funzione è svolta dagli addominali.

Svolge anche una funzione respiratoria: durante la fase espiratoria serve anche la sua contrazione per diminuire la pressione intraaddominale e facilitare la risalita del diaframma respiratorio.
Favorisce il reflusso venoso e linfatico, oltre che la circolazione locale, prevenendo così congestione pelvica, emorroidi e stipsi.
É responsabile della continenza dei nostri sfinteri, della fase motoria dell’orgasmo, durante il parto dà sostegno al collo dell’utero fino alla sua completa dilatazione, contribuisce alla rotazione interna della testa del bambino.

In realtà, il termine pavimento pelvico non rende merito a quest’organo, costituito di muscoli, tendini e fasce, caratterizzato da morbidezza ed elasticità, dalla sua relazione con la sfera affettiva e sessuale, con l’inconscio, con la creatività e l’autostima: è una parte importante per la nostra salute.
Noi donne, rispetto all’uomo, abbiamo un bacino e quindi un perineo più ampio, proprio per facilitare la procreazione, ed è attraversato da tre sfinteri (uretra, vagina, ano). Ma questo lo rende meno tonico, rispetto a quello maschile e sottoposto a maggior sforzo, per il peso sostenuto durante la gravidanza, la distensione durante il parto e gli eventuali traumi ( lacerazioni, episiotomie, ematomi).

E un altro momento critico per noi può essere la menopausa, che, per i cambiamenti ormonali che comporta (riduzione di estrogeni) ne può diminuire il trofismo. Se a questo aggiungiamo abitudini di vita errate (alimentazione, sedentarietà, posture) e una eventuale predisposizione costituzionale alla lassità tissutale, capiamo perché sempre più donne, anche in giovane età, avvertono i primi sintomi di un pavimento pelvico debole: leggera incontinenza correndo, o per uno starnuto o un colpo di tosse.
Il disagio fisico crea imbarazzo, sconforto nelle attività quotidiane e nella sessualità, un senso di perdita di autonomia, un’infantilizzazione. Ma difficilmente se ne parla. Oppure ci si affida ad una terapia meccanica, perché non siamo più abituati ad occuparci in prima persona della nostra salute. Ma, per i paradossi della nostra società, siamo circondati ovunque da pubblicità di pannolini ultrasottili, antiodoranti, “discreti”!
La proposta di un corso di ginnastica perineale vuole essere un’opportunità per affrontare il problema in modo diverso:

  • in termini di prevenzione, in gravidanza, dopo il parto o in menopausa.
  • con un approccio femminile: parlandone, conoscendolo cognitivamente (anatomicamente), ascoltandolo, percependolo, lasciando emergere le emozioni, condividendole col gruppo.
  • Imparando esercizi semplici, che aumenteranno progressivamente di intensità e difficoltà, sempre in relazione col respiro, col proprio ritmo, col sostegno di visualizzazioni e dell’intenzione nell’eseguire il movimento.

Il corso prevede 5 incontri e sarebbe importante frequentarlo con costanza, in quanto il lavoro evolve nella specificità del movimento, man mano che aumenta la consapevolezza e la percezione dei partecipanti, sfruttando la gravità in posizioni diverse, e intensificando la durata e l’intensità del movimento.

Consulta gli orari dei corsi

La salute del ciclo mestruale

5 incontri da 1h e 30 min ciascuno a cadenza settimanale.

Date di inizio: 3 ottobre e 7 novembre 2018
Il corso è a numero chiuso. Iscrizione in segreteria entro l’1 ottobre e il 5 novembre (059/454367 – info@asiamodena.it)

Struttura del corso: rivolto alle ragazze adolescenti per conoscere meglio il proprio ciclo mestruale, accoglierne il significato e le valenze attraverso lavori di gruppo e corporei che danno spazio alla creatività e all’ascolto di sè.

Benessere e movimento mamma-bimbo (0-6 mesi)

prima lezione martedì 2 ottobre 2018
prenotazione obbligatoria contattando la segreteria (059/454367 – info@asiamodena.it)

4 incontri da 1h e 30 min ciascuno a cadenza settimanale.

Struttura del corso: lavoro corporeo dedicato alle mamme nel dopo parto con il coinvolgimento dei piccoli, per tornare alla percezione di sè e aiutare la graduale chiusura dopo la grande espansione della nascita.

Corso pre-parto

5 incontri da 2 ore ciascuno a cadenza settimanale.

Prima lezione giovedì 8 novembre 2018
Il corso è a numero chiuso. Iscrizione in segreteria entro martedì 6 (059/454367 – info@asiamodena.it)

Temi trattati:

  1. il viaggio della nascita (incontro per le mamme),
  2. il perineo e il respiro per la gravidanza e il travaglio (incontro per le mamme),
  3. la coppia nella nascita: il ruolo paterno, il tocco e le posizioni del travaglio (incontro per la coppia),
  4. il dolore del parto: strumenti e risorse nell’accoglienza delle doglie (incontro per le mamme),
  5. l’accoglienza del bambino e della placenta (incontro per le coppie).

Acro Family

Percorso Genitori Figli

Un laboratorio ludico-motorio per poter creare e ricreare momenti di interazioni tra figli e genitori.

Troppo spesso manca il tempo per giocare assieme ai nostri figli, e solitamente le attività extrascolastiche dei bambini tengono i genitori distanti.

Il percorso nasce dall’idea appunto di creare un momento in cui genitore figlio vivono la stessa esperienza, uscendo un po’ dai ruoli canonici della vita.

ACRO FAMILY è un gioco di fiducia, di complicità e allo stesso tempo un modo di comunicazione corporea.

Verranno proposti giochi di gruppo, giochi di movimento e consapevolezza del corpo, lavori a due e in squadra, il tutto condito con una buona dose di divertimento!

Massaggio in volo

Cosa è il massaggio in volo? Questa antica arte ha origini molto antiche, racchiude conoscenze di Thai Yoga Massage e utilizza la sospensione del corpo, tenuta per pochi minuti, per agevolare il lavoro sulla colonna.

E’ una pratica legata all’ascolto, di noi stessi e nell’altro, nella quale si sviluppa sensibilità e contatto.

Gli incontri prevedono una parte iniziale di riscaldamento a due per preparare il corpo e ricevere e donare il massaggio.

Il percorso è aperto a tutti anche a persone che non hanno mai praticato.

Sconsigliato solo a donne in stato di gravidanza

 

Canto Afro-Americano

Un pomeriggio per immergerci nei ritmi tribali, alle origini della musica e dell’ espressione con la voce e con il corpo.

Sperimenteremo musiche e canoni africani per poi spostarci nei canti delle piantagioni per alleviare la fatica e circle songs, una pratica di grande liberazione e unione in grado di risvegliare in modo semplice e giocoso forti esperienze ancestrali.

Non è richiesta esperienza nel canto ma passione per la musica tribale e voglia di mettersi in gioco

Sabato 9 Novembre 2018

Sabato 9 Marzo 2018

dalle 14 alle 17

Incontrarsi nell’arte 2018/19

Pittori Del Silenzio Vermeer, Chardin, Morandi, Hopper

Un percorso per entrare nei segreti di una pittura senza tempo. Le opere di Vermeer, Chardin, Morandi e Hopper conducono verso mondi che svelano altri mondi. Ognuno di loro in momenti diversi, per tempo e luogo geografico, sono stati capaci di creare atmosfere silenti che aprono a dimensioni sospese, fatte di luce e presenza unite all’eleganza e alla purezza dello stile.

Date:

  • sabato 27 ottobre 2018 > Vermeer
  • sabato 24 novembre 2018 > Chardin
  • sabato 23 febbraio 2019 > Morandi
  • sabato 23 marzo 2019 > Hopper

Orario: 17.00 – 19.00