Vinyasa Flow

E’ una forma di Yoga dinamico e impegnativo che ha alla base la sincronizzazione di movimento e respiro (Vinyasa).

Dall’8 novembre al 6 dicembre 2019

VENERDÌ dalle 18:30 alle 20:00

E’ come una danza in cui le posizioni fluiscono tra loro trasportando con sé corpo e mente.

Ne guadagnano simultaneamente flessibilità, forza e mobilità articolare.

La sincronizzazione fa si che si generi intenso calore corporeo che tonifica e rilassa i muscoli del corpo. Gli organi interni vengono purificati grazie alla mobilizzazione durante le asana.
Il corpo si rafforza, si alleggerisce e diventa flessibile. La mente si calma, lo stress si riduce e la capacità di concentrarsi aumenta.

Per partecipare ai laboratori non sono richieste competenze particolari ma vista l’intensità del lavoro proposto è sconsigliata la partecipazione a chi soffre di problemi posturali importanti.

Insegnante

Stefano Conventi >>

origami

S-Piegami gli Origami

Workshop di Origami per bambini e genitori

2 incontri di 3 ore ciascuno
Orario: domenica pomeriggio 15:30-18:30
Giorni: 16 e 23 febbraio 2020
Lezione di presentazione gratuita e aperta a tutti: venerdì 24 gennaio alle 17:00

 

DESCRIZIONE DEL WORKSHOP

Origami – termine che deriva da ori (piegare) e kami (carta) – è l’arte giapponese di piegare la carta creando oggetti e forme astratte, decorative, geometriche, senza mai tagliare e incollare il foglio di partenza, usando solo le mani e la fantasia.
Dopo un’introduzione colorata e animata sull’arte dell’origami, si passerà alla spiegazione delle tecniche di base. In seguito sono realizzati alcuni modelli, tradizionali e moderni – animali saltanti, dalle ali mobili, per giochi o per feste – di bassa complessità (tarata sul livello dei partecipanti).
La conoscenza della simbologia origami permetterà ai ragazzi di realizzare ulteriori modelli in parziale autonomia.

A CHI E’ RIVOLTO

Il workshop è aperto ai bambini dagli 8 ai 12 anni e relativi genitori. Non è richiesta alcuna abilità specifica.

 

ASIA Modena propone anche:

Paper Mind

origami

Paper Mind

Laboratorio di Origami

3 incontri di 3 ore ciascuno –
Orario: domenica pomeriggio 15:30-18:30
Giorni: 10-17-24 novembre 2019
Serata di presentazione gratuita e aperta a tutti: lunedì 4 novembre alle 20:00

 

Descrizione del workshop

Origami – termine che deriva da ori (piegare) e kami (carta) – è l’arte giapponese di piegare la carta creando oggetti e forme astratte, decorative, geometriche, senza mai tagliare e incollare il foglio di partenza, usando solo le mani e la fantasia.

Dopo un’introduzione storica sull’arte dell’origami, in ogni incontro vengono presentate le pieghe utilizzate e le diverse basi e combinazioni codificate di pieghe, riconosciute a livello internazionale. Successivamente vengono realizzati – insieme – alcuni modelli, sia tradizionali che moderni.

La conoscenza della simbologia origami permetterà di leggere i diagrammi per realizzare in autonomia i modelli di proprio gusto, procedendo quindi in una successiva ricerca personalizzata.

La bellezza e la intrinseca fragilità dell’origami rappresentano – nello shintoismo – il ciclo vitale e la fine delle cose. In una continua rinascita. Chi ammira la bellezza di un origami accetta il fatto che, per quanto faticosa possa essere stata la sua costruzione, esso è temporaneo e, ad un certo punto, esaurirà la sua funzione e scomparirà.

A chi è rivolto

Il workshop è aperto a chiunque voglia conoscere questa splendida tecnica giapponese. Non bisogna avere alcuna abilità specifica. Per i ragazzi è disponibile un workshop dedicato.

 

ASIA Modena propone anche:

S-Piegami gli Origami

medicina tradizionale cinese

Corso introduttivo di Medicina Tradizionale Cinese

SABATO dalle 10:00 alle 13:00

Date primo modulo: 12 e 26 ottobre, 9 e 23 novembre, 14 dicembre
(Iscrizioni entro il 4 ottobre)

A partire dai testi classici, e in modo semplice e fruibile per chiunque, avremo modo di studiare le basi della filosofia cinese classica focalizzandoci sulla visione taoista, su cui si basa la Medicina sia dal punto di vista teorico che delle possibili applicazioni pratiche, fino ad accennare ai meridiani e ad alcuni punti utilizzati nel Massaggio (Shiatsu – Tuinà) e nel Movimento (Dao Yin Qi Gong).
Nel primo modulo ci soffermeremo quindi su:
. Caratteristiche generali della cultura e filosofia taoiste, cenni storici
. Grande e Piccola Medicina nella concezione classica e conseguenze pratiche
. Collocazione dell’essere umano nel tempo e nello spazio
. Yin e Yang, legge dei 5 movimenti (organi) interni) e 6 energie
. Applicazioni dei principi visti in precedenza alla pratica di mantenimento della salute
. Salute, malattia e prevenzione
. Terapeutiche di intervento
. Meridiani energetici ed alcuni “punti” da utilizzare per autotrattamento

Il corso è aperto a tutti, non sono richieste conoscenze specifiche.

 

 

ASIA Modena propone anche:

Qi Gong

Do-In (Auto-massaggio e stretching  dei meridiani)

Do-In

Auto-massaggio e stretching dei meridiani

Primo corso: 6 incontri dal 4 novembre al 9 dicembre 2019

Secondo corso: 6 incontri dal 17 febbraio al 23 marzo 2020

al LUNEDÌ dalle 19.30 alle 20.45

Il DO-IN, è un’antica disciplina di origine cinese.
Le tecniche ed esercizi, costituiti da movimenti semplici e naturali, permettono di rivitalizzare il corpo tramite un lavoro su di sé, migliorando e conservando la salute dell’individuo.

DO significa condurre o portare dentro, il Ki (energia vitale) nel corpo.
IN significa stretching, allungamento.

Gli esercizi vengono praticati principalmente con le mani e le dita delle mani, per questo viene definito auto-massaggio, utilizzando picchiettamenti e frizioni.
A queste tecniche si uniscono stiramenti ed allungamenti in determinate zone e lungo i percorsi energetici (Meridiani) dando la possibilità al nostro organismo, di liberarsi dalle tensioni e rilassare la mente.
Le tecniche Do-In, praticate in modo costante, gioveranno alla nostra elasticità, ai nostri organi interni, ritrovando la calma , aumentando il nostro livello energetico per mantenere il nostro stato di salute.

Programma

Stimolazione zone:
Viso, testa, collo, regione scapolare
Petto, braccia, mani e dita
Zona dorsale e laterale tronco
Addome
Regione sacrale, gambe, piedi e dita

Lavoro a coppie

Stretching meridiani:
Polmone – Grosso intestino
Milza – Stomaco
Cuore – Piccolo intestino
Reni – Vescica urinaria
Maestro del cuore -Triplice riscaldatore
Fegato – Vescicola biliare

Il corso è a numero chiuso e sarà attivato con un minimo di 5 iscritti. Per informazioni e prenotazioni contattare la segreteria

Insegnante

Cinzia Gerardi >>

Neck School

Scuola per il benessere del collo

Primo modulo: dal 6 al 27 novembre 2019

Secondo modulo: dal 4 al 25 marzo 2020

il MERCOLEDÌ dalle 17:00 alle 18:30

 

Cos’è la Neck School?

La Neck school, scuola del collo, è un corso indirizzato a coloro che soffrono di cervicalgia e cervicobrachialgia.

Si è dimostrata la metodica più efficace e duratura nel trattamento della cervicalgia perché agisce sulle cause e sui fattori di rischio.

Che cosa è la cervicalgia?

Il termine cervicalgia esprime il sintomo e non una patologia: indica la presenza di un dolore abbinato o meno ad una limitazione funzionale a livello della regione cervicale della colonna vertebrale. Le ricerche hanno evidenziato che nell’80% dei casi il dolore non è dovuto a cause specifiche (patologie del rachide), ma a cause non specifiche: posture e movimentio scorretti, stress psicologici, forma fisica scadente, sovrappeso, obesità, abuso di caffeina, nicotina ed insufficiente conoscenza della colonna vertebrale.

Pertanto nella stragrande maggioranza dei casi la colonna vertebrale diventa dolente se maltrattata, usata scorrettamente o esposta a fattori di rischio.

Messaggio della Neck School

Se è vero che l’incidenza della cervicalgia è elevatissima, è anche vero che queste sofferenze possono essere in gran parte ridotte perché la causa che provocano la maggior parte dei dolori possono essere controllate con una adeguata azione educativa e preventiva.

Quindi con la Neck School si può:

  • prevenire la cervicalgia usando correttamente la colonna vertebrale e agendo sui diversi fattori di rischio
  • quando insorge il dolore, ridurlo riequilibrando le strutture del rachide cervicale con gli esercizi specifici di compenso

Programma

  • Informazione: l’importanza della curva cervicale
  • Ginnastica preventiva, antalgica e rieducativa:
    -esercizi di educazione posturale
    -esercizi di mobilizzazione (in estensione o flessione antalgica) ed elasticità muscolare
    -esercizi di decompressione dei dischi cervicali ed auto-allungamento
    -esercizi di trofismo e stabilizzazione della muscolatura cervicale (stabilizzazione del rachide)
    -movimenti optocinetici (occhi)
    -la tecnica Alexander per vincere la forza di gravità
  • Uso corretto del rachide cervicale
  • Educazione respiratoria (respirazione diaframmatica) e tecniche di rilassamento cervicale
  • Alimentazione e stili di vita

Si consiglia un abbigliamento comodo (tuta), calzettoni e un asciugamano. Non è indicata la lezione di prova. E’ opportuno invece prendere accordi con la segreteria per un incontro con l’insegnante, portando eventuali esami (rx – tac – risonanze) e referti medici.

Insegnante

Caterina La Torre >>

La Modena Back school di Caterina La Torre è la prima sede riconosciuta a Modena della Associazione Italiana Back School.

logo modena back school

 

ASIA Modena propone anche:

Back School – Benessere Schiena

Ginnastica Perineale

Conoscere, percepire e rinforzare il pavimento pelvico

Il corso è a numero chiuso. Iscrizione in segreteria (059/454367 – info@asiamodena.it)

INIZIO DEL CORSO: GIOVEDÌ 24 OTTOBRE

Iscrizioni entro il 21 ottobre

ORARIO: IL GIOVEDÌ DALLE 18:00 ALLE 19:15 (5 lezioni)

 

Perché un corso di ginnastica perineale?

Il perineo è una parte sconosciuta del nostro corpo, avvolta da un “tabù” culturale; ma non è così in tutto il mondo: in Cina per esempio c’è sempre stata una chiara consapevolezza dell’importanza della sua salute e le donne venivano educate a prendersene cura.
Per noi, questo è un mondo da scoprire, sia nella sua dinamica fisiologica sia emozionale, che sono strettamente legate.
Come il nostro battito cardiaco o il nostro respiro si modificano a seconda delle emozioni che registrano, altrettanto fa il perineo. Da scoprire nella sua duplice funzione di apertura, ricettività, dono di sé, e di chiusura, contenimento, autodifesa, energia.

Si chiama anche pavimento pelvico, perché se immaginiamo il bacino come un vaso, è il perineo che gli fa da base, sostenendo così i visceri, da che l’uomo ha assunto la posizione eretta, mentre in un quadrupede questa funzione è svolta dagli addominali.

Svolge anche una funzione respiratoria: durante la fase espiratoria serve anche la sua contrazione per diminuire la pressione intraaddominale e facilitare la risalita del diaframma respiratorio.
Favorisce il reflusso venoso e linfatico, oltre che la circolazione locale, prevenendo così congestione pelvica, emorroidi e stipsi.
É responsabile della continenza dei nostri sfinteri, della fase motoria dell’orgasmo, durante il parto dà sostegno al collo dell’utero fino alla sua completa dilatazione, contribuisce alla rotazione interna della testa del bambino.

In realtà, il termine pavimento pelvico non rende merito a quest’organo, costituito di muscoli, tendini e fasce, caratterizzato da morbidezza ed elasticità, dalla sua relazione con la sfera affettiva e sessuale, con l’inconscio, con la creatività e l’autostima: è una parte importante per la nostra salute.
Noi donne, rispetto all’uomo, abbiamo un bacino e quindi un perineo più ampio, proprio per facilitare la procreazione, ed è attraversato da tre sfinteri (uretra, vagina, ano). Ma questo lo rende meno tonico, rispetto a quello maschile e sottoposto a maggior sforzo, per il peso sostenuto durante la gravidanza, la distensione durante il parto e gli eventuali traumi ( lacerazioni, episiotomie, ematomi).

E un altro momento critico per noi può essere la menopausa, che, per i cambiamenti ormonali che comporta (riduzione di estrogeni) ne può diminuire il trofismo. Se a questo aggiungiamo abitudini di vita errate (alimentazione, sedentarietà, posture) e una eventuale predisposizione costituzionale alla lassità tissutale, capiamo perché sempre più donne, anche in giovane età, avvertono i primi sintomi di un pavimento pelvico debole: leggera incontinenza correndo, o per uno starnuto o un colpo di tosse.
Il disagio fisico crea imbarazzo, sconforto nelle attività quotidiane e nella sessualità, un senso di perdita di autonomia, un’infantilizzazione. Ma difficilmente se ne parla. Oppure ci si affida ad una terapia meccanica, perché non siamo più abituati ad occuparci in prima persona della nostra salute. Ma, per i paradossi della nostra società, siamo circondati ovunque da pubblicità di pannolini ultrasottili, antiodoranti, “discreti”!
La proposta di un corso di ginnastica perineale vuole essere un’opportunità per affrontare il problema in modo diverso:

  • in termini di prevenzione, in gravidanza, dopo il parto o in menopausa.
  • con un approccio femminile: parlandone, conoscendolo cognitivamente (anatomicamente), ascoltandolo, percependolo, lasciando emergere le emozioni, condividendole col gruppo.
  • Imparando esercizi semplici, che aumenteranno progressivamente di intensità e difficoltà, sempre in relazione col respiro, col proprio ritmo, col sostegno di visualizzazioni e dell’intenzione nell’eseguire il movimento.

Il corso prevede 5 incontri e sarebbe importante frequentarlo con costanza, in quanto il lavoro evolve nella specificità del movimento, man mano che aumenta la consapevolezza e la percezione dei partecipanti, sfruttando la gravità in posizioni diverse, e intensificando la durata e l’intensità del movimento.

Insegnante

Silvia Mori >>

Laboratorio di Yoga del Suono

Un laboratorio che unisce la pratica dell’ Hatha Yoga con lo Yoga del suono, un’antica pratica induista risalente a più di 5000 anni fa di cui fa parte la pratica dei Mantra utilizzati come strumento di crescita spirituale e meditazione.

Proponiamo due incontri per avvicinarci a questo mondo e assaporarne già i primi benefici:

Sabato 9 novembre 2019 15:00-18:00

Sabato 29 febbraio 2020 15:00-18:00

Il laboratori sono tenuti da Nicoletta Prampolini insegnante Yoga e Anna Ferrari cantate-ricercatrice vocale.