Yoga e acquerello orientale (yogalab)

L’energia nel gesto
con Nicoletta Prampolini e Nadia Galli

 

In Gennaio – Marzo 2018:  quattro incontri la domenica mattina, di tre ore ciascuno, a cadenza mensile. informazioni in segreteria.

 

Il laboratorio è pensato per sperimentare l’acquerello orientale attraverso la pratica dei cosiddetti “quattro saggi”:

  • la pittura del bambù,
  • dell’orchidea,
  • del crisantemo,
  • del pruno.

Il percorrere questi canoni ci fa incontrare sia la pittura sia noi stessi.

Non è richiesta alcuna preparazione o esperienza artistica.

L’acquerello orientale non è semplicemente l’apprendimento di una tecnica pittorica, ma l’espressione attraverso un gesto corporeo di un certo tipo di energia. Questo è legato alla calligrafia tradizionale come via di conoscenza. Ogni segno lasciato sul foglio è espressione della forza, del controllo, della velocità che gli ha impresso chi dipinge.

La pratica dello yoga predispone nel migliore dei modi ad uscire dai ritmi estranei a noi, di ripulire il corpo da tensioni e la mente dal suo rumore abituale, e di poter essere aperti ed attenti a questa pratica, che è una sorta di meditazione in azione.

Un’occasione per tutti, di avvicinarsi all’arte da un punto di vista diverso.

Sono previsti quattro incontri di tre ore a cadenza mensile la domenica mattina.

 

“Non porta ogni uomo dentro di sè il rimorso della propria espressione non realizzata? Il benessere che scopre nel darsi all’espressione, è quello di una liberazione”
(Arno Stern)

 

Insegnanti: Nicoletta Prampolini, e Nadia Galli

 

Nadia Galli è da più di trent’anni attiva come artista, decoratrice di interni, designer della moda e industriale. È esperta in tecniche pittoriche all’acqua, con particolare attenzione alla pittura orientale.

Ha numerose esperienze di insegnamento della pittura ad adulti, adolescenti delle scuole d’arte, bambini.