Concorso fotografico 2016

Nel 2016 l’associazione culturale Asia Modena vuole riflettere e far riflettere sul nostro rapporto con gli animali. Nelle conferenze in programma cercheremo con l’aiuto di filosofi e specialisti del comportamento animale di capire che gli animali non sono “risorse” da sfruttare: da consumare come cibo, come produttori, come dispensatori di compagnia e affetto – a volte a prezzo di tristi commerci e terribili abbandoni.
Gli animali hanno un valore intrinseco, ma come avvicinarlo?
Per far parlare non solo il pensiero ma anche il sentire abbiamo pensato a un concorso fotografico aperto a tutti, soci e non.

Indicazioni per la partecipazione al concorso: l’invito è quello di indagare lo sguardo che l’animale ci rivolge: dal colombo al cane, dall’asino al ragno o alla lucertola, lo sguardo animale – esotico ma soprattutto quello vicino a noi – rilancia la sua presenza enigmatica.
Ci impedisce di umanizzarlo, di renderlo un cartone animato o un domestico. Il suo sguardo resiste alle nostre classificazioni zoologiche o culturali, rivela una natura “altra”, oscura e ricchissima. Ma anche sorprendentemente vicina alla nostra.
Lo sguardo dell’animale, afferma il filosofo francese Derridà, ci lascia nudi, è un testimone silenzioso che ci chiede: cosa sei? cosa sono? E ci propone momenti che mettono in questione anche l’umano: con una sofferenza senza parole, un desiderio di fuga, un affetto silente, una dedizione gratuita, una autenticità totale.
Lo sguardo animale è un riflesso del nostro sguardo, anche quando sembra a noi alieno come lo sguardo di insetti, pesci o gatti in caccia di lucertole.

Facendo le nostre foto, girando per un parco, un giardino o un soggiorno a caccia di sguardi, vorremmo chiederci: come possiamo relazionarci con il singolo animale, quello che ci vive attorno, senza tradirne l’alterità, ad esempio riducendolo a un elemento-categoria del nostro mondo umano, tra tanti altri? Come possiamo indagarlo nell’immagine in modo rispettoso, riconoscente, non violento?

Presentazione delle foto: si richiede un lavoro composto da 1-3 foto a ciascun partecipante. Con 3 foto il compito della nostra commissione sarà molto più attento e circostanziato, valutando il complessivo lavoro di indagine del Partecipante. Gli elaborati, di cui è ammessa elaborazione post produzione, devono essere totalmente inediti, e vanno sottoposti in formato .jpg, .png, .pdf o altri tra i più comuni formati.
Le opere, assieme alla liberatoria scaricabile da questa pagina, devono essere inviate all’indirizzo e-mail sguardoanimale2016@gmail.com . La liberatoria autorizza l’Associazione alla pubblicazione e all’utilizzo del materiale su Facebook o sul sito dell’Associazione
Ciascun concorrente dovrà indicare nome, cognome, indirizzo e-mail al quale si desidera essere contattati e l’eventuale pseudonimo con il quale si desidera firmare l’opera.
– Consegna dall’11 gennaio al 21 aprile 2016, in modo da avere poi un pò di tempo per visionare le foto e decidere il vincitore, che sarà premiato alla ultima conferenza del ciclo 2016 dallo stesso titolo “Lo sguardo animale”, sabato 7 maggio 2016.

La commissione per esaminare le opere sarà costituita da: Tiziana Ferrari, insegnante di Asia Dojo Modena , Mara Piccinini, fotografa e  socia storica, e Paola Basile, operatrice culturale e membro del Direttivo dell’Associazione Asia Modena.

Premi per i primi 3 classificati:
1° premio: buono da 200,00 euro da Media World per acquisto articoli per la fotografia o altro.
2° premio: corso di yoga, pilates, aikido, tai-chi o altra disciplina da una lezione a settimana, per tre mesi, adulto o bambino.
3° premio: buono da 50,00 euro di spesa al negozio di verdure e alimenti bio LOMA, via Canalino.